Pueraria MIRACOLO. MIRACOLO SCIENZA.

Pueraria MIRACOLO. MIRACOLO SCIENZA.™

Sintomi di estrogeni bassi:
Come individuarli e cosa fare

Sintomi di estrogeni bassi:
Come individuarli e cosa fare

I sintomi di bassi livelli di estrogeni si verificano spesso nelle donne più avanti nella vita e sono associati alla menopausa. L'inizio della menopausa a volte varia, ma gli studi dimostrano che il suo inizio di solito inizia intorno al 40 anni per molte donne.

 

Capire questi sintomi e la tua menopausa transizione ti aiuterà a sapere esattamente cosa fare e come lavorare con il tuo medico nel miglior modo possibile.

 

Nella discussione che segue, esamineremo i sintomi più comuni di estrogeni bassi in modo da poter conoscere gli interventi che il medico potrebbe suggerire.

Nella discussione che segue, esamineremo i sintomi più comuni di estrogeni bassi in modo da poter conoscere gli interventi che il medico potrebbe suggerire.

LISTA ALIMENTARI FITOESTROGENI

ALIMENTAZIONE DI FITOESTROGENI

Abbiamo progettato questa infografica per fornirti più facilmente una panoramica dei migliori alimenti per gli squilibri ormonali.

Scaricalo inserendo la tua email qui sotto (lo invieremo alla tua email), stampalo, attaccalo al tuo frigorifero, o portalo al supermercato quando fai la spesa settimanale.

Sommario

Sintomi più comuni di estrogeni bassi

Sintomi più comuni di estrogeni bassi

Alcune persone potrebbero pensare che solo le donne anziane che si avvicinano all'età della menopausa siano soggette a bassi sintomi di estrogeni.

 

Tuttavia, il fatto è che ci sono alcune donne che possono anche sperimentare questi sintomi.

 

Puoi essere una giovane donna che si avvicina alla pubertà e sperimenterai questi sintomi. Alcune donne possono anche sperimentarli anche se non si stanno avvicinando alla pubertà o alla menopausa.

 

L'importante è quello sai quali sintomi cercare. Ecco un elenco dei sintomi più comuni che tratteremo nella discussione che segue:

 

  • Aumento della frequenza delle infezioni del tratto urinario (UTI)
  • Aumento di peso
  • Vampate
  • Depressione
  • Sesso doloroso a causa della mancanza di lubrificazione vaginale
  • Fatica
  • Difficoltà a concentrarsi
  • Mal di testa ed emicrania
  • Tenerezza del seno
  • Sbalzi d'umore
  • Periodi irregolari o addirittura assenti

 

Oltre a questi comuni sintomi di bassi livelli di estrogeni, ci sono anche effetti a lungo termine di cui dovresti essere a conoscenza. Includono quanto segue:

 

  • Diminuzione dell'elasticità della pelle
  • Ridotta produzione di collagene
  • Problemi di bilanciamento
  • La composizione corporea cambia
  • Demenza
  • Osteoartrite
  • Malattia cardiovascolare
  • Perdita di massa ossea

 

00
:
00
:
00
:
00
00
:
00
:
00
:
00

Fino alla scadenza dell'offerta speciale

Garanzia di rimborso al 100%.

Esaurito

Condizioni che contribuiscono a bassi sintomi di estrogeni

Condizioni che contribuiscono a bassi sintomi di estrogeni

Prima di esaminare ciascuno di questi sintomi, dobbiamo conoscere le potenziali cause di questi sintomi. Per cominciare, gli estrogeni sono in gran parte prodotti nelle donne attraverso le ovaie.

 

Ciò significa che tutto ciò che ha un impatto sulle ovaie avrà un effetto sulla produzione di estrogeni.

 

Quali sono le cose che possono influenzare le ovaie? Ecco un breve elenco:

 

  • Malattia renale cronica
  • Troppo esercizio
  • sindrome di Turner
  • Insufficienza ovarica prematura
  • Anoressia e altri disturbi alimentari
  • Difetti genetici
  • Problemi con la ghiandola pituitaria
  • Condizioni autoimmuni
  • Impatto delle tossine sul corpo

 

Queste potenziali cause possono colpire donne di qualsiasi età. Non devi avere 40 anni o avvicinarti a quell'età per sperimentare queste cose che avranno un impatto sulle tue ovaie e produrranno bassi sintomi di estrogeni.

 

Comprensione dei sintomi di estrogeni bassi

Comprensione dei sintomi di estrogeni bassi

In precedenza abbiamo menzionato i seguenti sintomi comuni di basso estrogeno. Si noti che questi sintomi possono essere causati anche da altre condizioni.

 

Tuttavia, è importante capire come ognuno di questi i sintomi sono legati alla bassa produzione di estrogeni. Questo ti aiuterà a trovare una soluzione efficace a lungo termine che affronti le cause alla base di ogni sintomo che riscontri.

 

Nella discussione che segue, esamineremo i sintomi più comuni di estrogeni bassi in modo da poter conoscere gli interventi che il medico potrebbe suggerire.

 

Sintomo n. 1: aumento della frequenza delle infezioni del tratto urinario (UTI)

Sintomo n. 1: aumento della frequenza delle infezioni del tratto urinario (UTI)

Quando la produzione di estrogeni diminuisce, uno dei suoi effetti diretti è che il rivestimento dell'uretra si assottiglia. L'uretra è il condotto nel corpo di una donna dove passa l'urina attraverso dalla vescica.

 

Uno dei ruoli degli estrogeni è quello di mantenere il rivestimento dell'uretra. In termini semplici, aiuta l'uretra a fare il suo lavoro.

 

Questo rivestimento nell'uretra è responsabile di tenere lontani i batteri non benefici. Quando la produzione di estrogeni è bassa, questo rivestimento protettivo tende ad assottigliarsi, il che offre ai batteri cattivi molte possibilità di invadere.

 

Quando ci sono troppi batteri nocivi lungo il tratto urinario, a si verifica un'infezione del tratto urinario.

 

Un'altra cosa che fa l'estrogeno è che stimola e sostiene la produzione e la crescita dei lattobacilli, un tipo benefico di batteri.

 

Quando il tratto urinario ha abbastanza lattobacilli, si ottiene un livello di pH equilibrato. Questo equilibrio nei livelli di pH contribuisce al prevenzione delle infezioni delle vie urinarie.

 

Sintomo n. 2: aumento di peso

Sintomo n. 2: aumento di peso

Ci sono molti fattori dietro l'aumento di peso nelle donne. Tuttavia, questa è anche una preoccupazione speciale per le donne in perimenopausa e menopausa.

 

Gli studi dimostrano che avere una bassa produzione di estrogeni può aggiungere all'aumento di peso nelle donne. Ricorda che gli estrogeni sono uno degli ormoni che aiutano a regolare il grasso immagazzinato nel corpo.

 

Avere abbastanza estrogeni nel corpo di solito porta a una migliore gestione del peso. Tuttavia, durante la menopausa e la perimenopausa, le donne tendono a immagazzinare più grasso in alcune zone come i fianchi e le cosce.

 

Questo fenomeno è stato osservato quando si vede che i livelli di estrogeni delle donne subiscono un calo più tardi nella vita. Uno studio mostra che durante la mezza età, le donne tendono a sperimentare un aumento del grasso addominale, che è più o meno il momento in cui i loro livelli di estrogeni iniziano a diminuire.

 

Anche se l'aumento di peso può essere causato da una cattiva alimentazione e da uno stile di vita sedentario, potrebbe essere una buona idea per le donne anziane consultare il proprio medico. Questo è solo per vedere se la loro ridotta produzione di estrogeni potrebbe essere un fattore nel loro aumento di peso.

 

Sintomo n. 3: vampate di calore

Sintomo n. 3: vampate di calore

Le vampate di calore sono uno dei sintomi vasomotori caratteristici della menopausa o della menopausa precoce. Un altro sintomo correlato che si verifica anche durante quel periodo è la sudorazione notturna.

 

Cosa sono le vampate di calore? Una vampata di calore arriva come a sensazione di calore o calore estremo che provi nella parte superiore del tuo corpo.

 

Di solito fa molto caldo intorno al petto, al collo e al viso. Potresti anche vedere visibilmente la tua pelle arrossire o arrossarsi quando si verifica.

 

Una vampata di calore può anche causare sudorazione, motivo per cui le donne in menopausa possono anche sperimentare sudorazioni notturne insieme a vampate di calore.

 

Si noti che i ricercatori non sanno esattamente come funzionano le vampate di calore. Tuttavia, una spiegazione plausibile è il fatto che gli estrogeni colpiscono alcune ghiandole del corpo.

 

L'estrogeno ha un effetto diretto sull'ipotalamo. Questa ghiandola è responsabile della regolazione della temperatura corporea.

 

Quando i livelli di estrogeni sono ridotti, l'ipotalamo tende a reagire in modo eccessivo e causare vampate di calore e sudorazione notturna.

 

In effetti, sente che il tuo corpo è troppo caldo anche se in realtà non lo è. Questa ghiandola quindi dice al tuo corpo di rilasciare calore, quindi senti un immediato, anche se breve, momento di intenso calore.

 

Si noti che le vampate di calore e la sudorazione notturna colpiscono circa l'85% delle donne di età pari o superiore a 50 anni.

 

La frequenza delle vampate di calore vissute dalle donne varia da una persona all'altra. Alcune donne lo sperimentano solo diverse volte all'anno mentre ci sono quelle che hanno vampate di calore fino a 20 volte al giorno.

 

Sintomo n. 4: depressione e sbalzi d'umore

Sintomo n. 4: depressione e sbalzi d'umore

Un altro sintomo comune che sperimentano le donne in menopausa è la depressione. Questo stato può essere causato nelle donne anziane da una serie di cose come l'invecchiamento, l'infertilità, la sessualità, l'immagine corporea e le fluttuazioni ormonali.

 

Secondo i ricercatori di Harvard, livelli più bassi di estrogeni possono portare a sbalzi d'umore e altri disturbi correlati. Si suggerisce inoltre che gli estrogeni calmino la risposta alla paura.

 

Lo stesso rapporto suggerisce anche che più alti sono i livelli di estrogeni di una donna, minore è la probabilità che diventino emotivi, spaventati, impauriti o ansiosi.

 

Una combinazione di diverse cause può causare angoscia nelle donne e può potenzialmente provocare sbalzi d'umore e depressione. Può essere caratterizzato come un umore depresso, una forma di depressione clinica o un sintomo di una causa o condizione sottostante.

 

Ricorda che gli ormoni del corpo possono influenzare l'umore e lo stato mentale. Potrebbero essere la causa dietro momenti come sentirsi davvero felici una volta e poi rapidamente passare a punti bassi strappalacrime nel momento successivo.

 

Gli esperti ritengono che gli ormoni ovarici come gli estrogeni abbiano a impatto diretto sull'umore di una donna. Aggiungete a ciò il fatto che le vampate di calore possono ridurre il sonno a causa del disagio che una donna può provare.

 

I livelli ormonali fluttuanti e la mancanza di sonno non rendono Jill una ragazza felice. Si noti che questo periodo di depressione può essere vissuto dalle donne durante e anche dopo la perimenopausa.

 

Sintomo n. 5: sesso doloroso a causa della mancanza di lubrificazione vaginale

Sintomo n. 5: sesso doloroso a causa della mancanza di lubrificazione vaginale

Il rapporto doloroso è dovuto al quantità ridotte di lubrificazione vaginale sperimentato dalle donne durante la perimenopausa e la menopausa. Questa condizione è anche nota come atrofia vaginale.

 

L'atrofia vaginale è classificata come uno dei più gravi sintomi di bassi estrogeni. Quando i livelli di estrogeni scendono troppo in basso, una donna può sperimentare secchezza vaginale.

 

Poiché la lubrificazione vaginale è stata gravemente ridotta quando si tenta un rapporto sessuale, può risultare in un'esperienza piuttosto dolorosa.

 

Questa condizione è anche conosciuta con altri nomi come vaginite atrofica. È descritto come il lento deterioramento della vagina ed è solitamente associato all'età.

 

L'atrofia vaginale può essere vissuta anche da donne che assumono alcuni farmaci come quelli per l'endometriosi oi fibromi uterini. Può anche essere sperimentato da donne a cui sono state rimosse le ovaie.

 

In molti casi le donne potrebbero non notare la graduale secchezza fino a quando non hanno raggiunto la post-menopausa. In molti casi, l'atrofia o il deterioramento si verificano lentamente e richiedono molto tempo.

 

Tuttavia, ci sono alcuni segni che puoi cercare che possono aiutare a fornire una diagnosi precoce di questa condizione. Includono quanto segue:

 

  • A volte puoi sentire che il tuo canale vaginale è diventato più stretto o più corto
  • Le donne possono sentire il bisogno di andare in bagno più frequentemente
  • Senti una sensazione di bruciore quando urini, spesso scambiata per un'infezione del tratto urinario
  • La vagina si sente molto più pruriginosa di prima
  • Sembra più asciutto laggiù del solito
  • Provi dolore o addirittura sanguinamento durante o dopo aver fatto sesso

 

Sintomo n. 6: affaticamento

Sintomo n. 6: affaticamento

Uno dei sintomi di bassi estrogeni è l'affaticamento. Questa sensazione di stanchezza può anche essere associata a problemi di sonno nelle donne.

 

L'estrogeno è legato alla produzione di serotonina, l'ormone chiave che aiuta a stabilizzare l'umore. È anche legato al nostro senso di felicità e benessere, motivo per cui alcune persone lo chiamano l'ormone della felicità.

 

Quando la produzione di serotonina diminuisce, produce una reazione a catena. Prima di tutto, la serotonina è un ormone essenziale quando si tratta della produzione di melatonina, l'ormone del sonno.

 

La ridotta produzione di melatonina si traduce in meno sonno. Alla fine ti senti affaticato e potresti persino sperimentare la nebbia del cervello.

 

Alcuni ricercatori ritengono inoltre che gli estrogeni forniscano un effetto protettivo per combattere l'apnea notturna. Quando soffri di apnea notturna, il flusso di ossigeno tende a bloccarsi, il che ti fa svegliare più volte durante la notte.

 

Questo interrompe i tuoi schemi di sonno e quindi ti impedisce di ottenere un sonno riposante e ristoratore. Questo ti fa sentire stanco e affaticato per tutto il giorno.

 

Sintomo n. 7: mal di testa ed emicrania

Sintomo n. 7: mal di testa ed emicrania

Le donne che hanno avuto mal di testa correlati agli ormoni possono provare frequenti mal di testa ed emicrania durante gli anni che portano alla menopausa.

 

Alcuni possono sperimentare emicranie più gravi o almeno mal di testa più frequenti. Gli estrogeni fluttuanti e altri livelli ormonali sono visti dagli esperti come la potenziale causa di un tale fenomeno.

 

Alcune donne possono sperimentare una cessazione delle loro emicranie nel momento in cui i loro periodi mestruali si sono fermati. Tuttavia, ci sono anche donne che sperimentano un peggioramento del mal di testa da tensione a causa di queste fluttuazioni ormonali.

 

Tuttavia, alcune donne soffrono di mal di testa più frequenti durante la fase luteinica, cioè il periodo che precede l'inizio del ciclo mestruale. Durante questa fase i livelli di estrogeni sono al minimo durante il ciclo mestruale.

 

Gli esperti dicono che se i livelli di estrogeni rimangono bassi durante un ciclo mestruale, una donna può avere mal di testa più frequenti. Questo è il motivo per cui dovresti fare un controllo per vedere se i mal di testa intensi o più frequenti sono l'emicrania sono causati da livelli ridotti di estrogeni o meno.

 

Sintomo n. 8: tenerezza al seno

Sintomo n. 8: tenerezza al seno

Ottenere il seno dolorante è uno dei segni rivelatori che le donne stanno vivendo in qualche modo ridotta produzione di estrogeni. Le donne sperimentano questo calo nella produzione di estrogeni prima dell'inizio del ciclo mestruale.

 

Ci sono periodi di sviluppo che influenzeranno le sensazioni nel tuo seno. Includono quanto segue:

 

  • Pubertà
  • Menopausa
  • Gravidanza

 

Le fluttuazioni ormonali sono i soliti colpevoli della tenerezza del seno. Alcune donne possono anche riferire di avvertire un peggioramento del dolore ogni volta che hanno il ciclo.

 

Questo dolore aumenta anche quando invecchiano. Un altro dolore correlato a questo è il dolore mestruale, ma questo va via dopo la menopausa.

 

Per determinare se il dolore e il dolore al seno sono o meno uno dei sintomi di bassi estrogeni, dovresti registrare ogni ciclo che provi e registrare se hai sentito dolore al seno prima, durante o dopo il ciclo.

 

Dovresti anche descrivere il livello di dolore che hai provato. Dopo diversi cicli potresti vedere uno schema che potrebbe indicare se la tensione mammaria è un sintomo correlato alla diminuzione degli estrogeni.

 

Sintomo n. 9: ossa indebolite e perdita ossea

Sintomo n. 9: ossa indebolite e perdita ossea

Uno dei ruoli degli estrogeni nel corpo è che aiuta a mantenere le ossa forti e sane. Ecco perché uno dei sintomi di estrogeni bassi a lungo termine è il indebolimento delle ossa e l'eventuale perdita ossea.

 

L'estrogeno funziona in tandem con altri nutrienti essenziali come la vitamina D, il calcio e altri nutrienti essenziali per una migliore crescita e sviluppo delle ossa. Queste cose lavorano insieme per prevenire l'osteoporosi nelle donne.

 

Si consiglia vivamente di parlare con il proprio medico dell'integrazione di vitamina D e calcio se si verifica questo sintomo. Dovresti anche cercare modi per aumentare i livelli di estrogeni in modo naturale.

 

La condizione di ridotti livelli di estrogeni più tardi nella vita è uno dei motivi per cui molte donne in menopausa sono a rischio di sviluppare fratture e osteoporosi.

 

Si noti che le donne che subiscono gravi cali dei livelli di estrogeni possono perdere il 10% della loro massa ossea entro i primi cinque anni dopo la menopausa.

 

Gli esperti stimano inoltre che il 50% delle donne di età pari o superiore a 60 anni possa farlo subire almeno una frattura, che è correlato all'osteoporosi.

 

Sintomo n. 10: periodi irregolari o assenti

Sintomo n. 10: periodi irregolari o assenti

Una delle funzioni principali dell'ormone estrogeno è quella di regolare il ciclo mestruale di una donna. Ecco perché uno dei sintomi di bassi estrogeni sta avendo periodi assenti o irregolari.

 

Lo è un ciclo mestruale mancato o irregolare comune tra le donne in perimenopausa anche. Il periodo di ovulazione diventa più imprevedibile nelle donne anziane.

 

Il periodo di tempo tra ogni periodo può essere più breve o più lungo. Alcune donne possono persino sperimentare un flusso pesante o leggero.

 

Alcune donne sperimentano cambiamenti persistenti nei loro cicli mestruali che durano sette giorni o più. Se questo è ciò che stai vivendo, allora è possibile che tu sia nella tua prima perimenopausa.

 

D'altra parte, alcune donne sperimentano cambiamenti nei loro cicli mestruali che durano ancora più a lungo. Se una donna sperimenta una differenza di 60 giorni tra i cicli mestruali, è probabile che si trovi nella fase avanzata della perimenopausa.

 

Ci sono altri segni che puoi cercare che suggeriranno questa condizione. Ecco alcuni dei segni di cui dovresti essere a conoscenza:

 

  • Spotting tra i periodi
  • Spotting ogni due settimane, che è un segno di squilibrio ormonale
  • Sanguinamento anormalmente intenso (un segno che i livelli di estrogeni potrebbero essere già troppo alti)
  • Scarico di sangue marrone o scuro, che è comune nella perimenopausa
  • Cicli mestruali più brevi (segno di bassi livelli di estrogeni)
  • Cicli più lunghi, che è un segno che stai vivendo cicli anovulatori. Questo di solito è accompagnato da sanguinamento più leggero.
  • Cicli persi – tieni presente che se hai perso una serie di 12 cicli mestruali consecutivi, è molto probabile che tu abbia raggiunto la fase della menopausa.

 

Se si verificano sintomi come sanguinamento invece di individuare tra i periodi, sanguinamento che dura più di una settimana e sanguinamento estremo che richiederebbe di cambiare l'assorbente femminile (quasi) ogni ora, allora si consiglia vivamente di consultare il medico subito.

 

$ 29,95 USD

Esaurito

$ 39,95 USD

Esaurito

Un trattamento più sicuro consiste nell'utilizzare una soluzione a base vegetale organica completamente naturale come sieri, creme e prodotti simili a base dell'erba tailandese Pueraria Mirifica.

Un trattamento più sicuro consiste nell'utilizzare una soluzione a base vegetale organica completamente naturale come sieri, creme e prodotti simili a base dell'erba tailandese Pueraria Mirifica.

PUERARIA MIRIFICA
COSA DICE LA RICERCA?

Conclusione

Conclusione

Il trattamento più comune per i suddetti sintomi è la terapia ormonale sostitutiva. Sfortunatamente, la terapia ormonale sostitutiva ha molti effetti collaterali associati.

 

Un'alternativa più sicura consiste nell'utilizzare una soluzione a base di piante organiche completamente naturali come sieri, creme e prodotti simili a base dell'erba tailandese Pueraria Mirifica.

 

Gli studi supportano i suoi numerosi vantaggi, come:

 

 

Questo è probabilmente l'approccio migliore per trattare i sintomi di bassi estrogeni in modo naturale. Per ulteriori informazioni su questi prodotti, visitare il funzionario Mirifica Scienza luogo.

 

Tutti i nostri prodotti sono supportati dalla ricerca. Trascorriamo innumerevoli ore a leggere studi clinici
ricerca per assicurarci che i nostri prodotti facciano esattamente ciò che promettiamo.

 

Ecco perché ci assumiamo la responsabilità di tutti i rischi e garantiamo che otterrai risultati. In caso contrario, sei protetto da un rimborso di 60 giorni senza compromessi
garanzia.


In poche parole, se i nostri prodotti non funzionano per te, faccelo sapere e ti rimborseremo
qualunque cosa. Nessuna domanda chiesta.

SOLO IL MEGLIO TERRA CRESCITA NUTRIENTI

$ 29,95 USD

Esaurito

$ 39,95 USD

Esaurito

*Queste dichiarazioni non sono state valutate dalla FDA. I prodotti non sono destinati a diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia.

Le informazioni su questo sito Web non sono state valutate dalla Food & Drug Administration o da qualsiasi altro ente medico. Non miriamo a diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia o malattia. Le informazioni sono condivise solo a scopo educativo. È necessario consultare il proprio medico prima di agire su qualsiasi contenuto di questo sito Web, soprattutto in caso di gravidanza, allattamento, assunzione di farmaci o patologie mediche.

Related Posts

Delicata ed efficace: crema per l'aumento del seno non chirurgica
Delicata ed efficace: crema per l'aumento del seno non chirurgica
Sblocca la tua bellezza naturale con la nostra crema per l'aumento del seno non chirurgica delicata ed efficace. Sentiti
Read More
Aumento del seno Brava: funziona?
Aumento del seno Brava: funziona?
Molto speculazione ha circolato intorno al sistema di aumento del seno Brava. Beh, questo non è sorprendente dal momento
Read More
Crescita del seno spiegato (e come promuoverlo naturalmente)
Crescita del seno spiegato (e come promuoverlo naturalmente)
La crescita del seno è una parte normale ed essenziale dello sviluppo e della riproduzione di una donna. Si verifica in
Read More